COMPRARE PURINETHOL ONLINE IN ITALIA

Proprietà farmacologiche

meccanismo di azione

6-mercaptopurina è un analogo solfidrilico delle basi purine di adenina e ipoxantina. Agisce come un antimetabolita citotossico.

6-mercaptopurina sono profarmaci inattivi che agiscono come antagonisti delle purine, ma per la manifestazione della citotossicità, le cellule e gli steroidi intracellulari devono essere assorbiti dai nucleotidi della tioguanina (NTG). L'NTG e altri metaboliti (ad esempio i ribonucleotidi della 6-metilmetotptopurina) alterano la sintesi purinica delle purine e l'interconversione delle purine nucleotidiche. NTG è anche incorporato in acidi nucleici, svolge un ruolo negli effetti citotossici del farmaco.

L'effetto citotossico di 6-mercaptopurina può essere correlato al livello di derivati ​​di 6-mercaptopurina nei nucleotidi di tioguanina negli eritrociti, ma non con la concentrazione di 6-mercaptopurina nel plasma sanguigno.

Farmacocinetica di assorbimento

La biodisponibilità di 6-mercaptopurina nella somministrazione orale è molto diversa nelle diverse persone. Dopo aver assunto il farmaco a una dose di 75 mg / m2 di superficie corporea nei bambini .......... 16% della dose assunta (con fluttuazioni che vanno dal 5% al ​​37%). Le fluttuazioni di biodisponibilità, forse, spiegano il metabolismo di parte della parte 6-mercaptopurina durante il metabolismo pre-sistemico nel fegato.

Dopo somministrazione orale di 6-mercaptopurina alla dose di 75 mg / m2 della superficie corporea nei bambini con leucemia linfoblastica acuta, il valore medio della Cmax era 0,89 μM (intervallo 0,29-1,82 μM), la lettura T max era di 2,2 ore nell'intervallo da 0,5 a 4:00).

La biodisponibilità relativa media di 6-mercaptopurina era inferiore di circa il 26% dopo l'ingestione con cibo e latte rispetto alla somministrazione dopo il digiuno durante la notte. La 6-mercaptopurina è instabile nel latte a causa della presenza di xantina ossidasi (decadimento del 30% per 30 minuti). La 6-mercaptopurina deve essere somministrata almeno 1:00 prima o 3:00 dopo l'ingestione di cibo o latte.

distribuzione

Il volume medio apparente (± CO) di distribuzione di 6-mercaptopurina è 0,9 (± 0,8) l / kg, sebbene questo dato possa essere sottostimato, in quanto la clearance di 6-mercaptopurina avviene in tutto il corpo (e non solo nel fegato).

La concentrazione di 6-mercaptopurina nel fluido cerebrospinale (CMP) dopo somministrazione endovenosa o orale è bassa o generalmente insignificante (il rapporto di CMP: plasma sanguigno varia da 0,05 a 0,27). Le concentrazioni in CMP dopo somministrazione intratecale sono più alte.

Metabolismo

La 6-mercaptopurina è ampiamente metabolizzata in metaboliti attivi e inattivi che coinvolgono diverse vie multistadio, senza alcun enzima che domina in questo processo. A causa del complesso metabolismo del blocco di un singolo enzima, non può spiegare tutti i casi di trattamento inefficace e / o grave mielosoppressione. Gli enzimi dominanti responsabili del metabolismo della 6-mercaptopurina o dei suoi metaboliti sono l'enzima polimorfico tiopurina S-metiltransferasi (TPMT), xantina ossidasi, inosina monofosfato deidrogenasi (IMPDG) e ipoxantina-guanina fosforibosiltransferasi (HGF). Inoltre, tali enzimi sono coinvolti nella formazione di metaboliti attivi e inattivi: guanosina monofosfato sintetasi (ITPase). Inoltre, altri percorsi formano molti altri metaboliti inattivi.

6-mercaptopurina, può contribuire allo sviluppo di reazioni avverse al trattamento con 6-mercaptopurina.

Tiopurin S-metiltransferasi (TPMT)

L'attività del TPMT è inversamente proporzionale alla concentrazione negli eritrociti dei derivati ​​della 6-mercaptopurina dei nucleotidi di tioguanina, alte concentrazioni di nucleotidi tioguanina portano ad una diminuzione più pronunciata del numero di leucociti e neutrofili. Le persone con carenza di TMP tendono a sviluppare concentrazioni citotossiche molto elevate di nucleotidi di tioguanina.

L'analisi per la genotipizzazione consente di determinare il profilo allelico del paziente. Ad oggi, è noto che 3 alleli - TPMT * 2, TPMT * 3A e TPMT * 3C - sono responsabili di circa il 95% di tutti i casi di diminuzione dell'attività del TPMT. Circa lo 0,3% (1: 300) dei pazienti mostra due alleli non funzionanti (omozigoti carenti) del gene TPMT e, di conseguenza, una piccola attività di questo enzima o uno che non viene rilevato del tutto. Circa il 10% dei pazienti ha un allele non funzionante del gene TPMT (eterozigoti), che si manifesta in attività bassa o intermedia di TPMT, mentre il 90% delle persone mostra una normale attività di TPMT con due alleli istitutivi. Inoltre, potrebbe esserci un gruppo con il 2% di pazienti con attività TSTM molto elevata. La fenotipizzazione determina il livello di nucleotide di tiopurina o l'attività di TPMT negli eritrociti, quindi questa analisi può anche essere informativa.

Escrezione

È stato riscontrato che la clearance media di 6-mercaptopurina e dell'emivita dopo l'infusione è 864 ml / min / m 2 e 0,9 ore, rispettivamente. La clearance renale media nella maggior parte dei pazienti è stata di 191 ml / min / m 2. Dopo la somministrazione, solo circa il 20% della dose è stata escreta immodificata nelle urine.

Gruppi di pazienti speciali

Pazienti anziani

Non sono stati condotti studi speciali sull'uso di 6-mercaptopurina nei pazienti anziani.

Bambini con sovrappeso

I bambini in sovrappeso possono richiedere dosi di 6-mercaptopurina all'estremità superiore dell'intervallo di dosaggio, pertanto è raccomandato un attento monitoraggio della risposta terapeutica al trattamento in tali pazienti.

Funzionalità renale compromessa

Lo studio del profarmaco 6-mercaptopurina non ha rivelato una differenza nella farmacocinetica di 6-mercaptopurina nei pazienti con uremia rispetto ai pazienti con un rene trapiantato. Poiché i metaboliti attivi di 6-mercaptopurina nella disfunzione renale sono poco conosciuti, si raccomanda di somministrare dosi ridotte di 6-mercaptopurina a pazienti con funzionalità renale compromessa.

La 6-mercaptopurina e / oi suoi metaboliti sono escreti durante l'emodialisi: circa il 45% dei metaboliti radioattivi viene escreto entro le 8:00 durante la dialisi.

Disfunzione epatica

L'esposizione a 6-mercaptopurina è stata 1,6 volte più elevata nei pazienti con compromissione della funzionalità epatica (ma senza cirrosi) e 10 volte più elevata nei pazienti con funzionalità epatica compromessa e cirrosi rispetto ai pazienti senza malattia epatica. Detto questo, si raccomanda di somministrare dosi ridotte di 6-mercaptopurina a pazienti con insufficienza epatica

letture

Trattamento della leucemia acuta. Il farmaco viene utilizzato per indurre la remissione e, in particolare, è prescritto per la terapia di mantenimento con:

Leucemia linfoblastica acuta (TUTTI) 
leucemia mieloide acuta (LMA). 
Controindicazioni 
Ipersensibilità a 6-mercaptopurina o uno qualsiasi dei componenti del farmaco.

Data la gravità della testimonianza, non ci sono altre controindicazioni assolute.

Interazione con altri farmaci e altre interazioni 
Non è raccomandato vaccinare vaccini vivi con immunosupplementazione ai pazienti.

L'effetto dell'uso di farmaci concomitanti sull'azione di 6-mercaptopurina

ribavirina

La ribavirina inibisce l'enzima inosina monofosfato deidrogenasi (IMPDG), che porta ad una diminuzione della produzione di nucleotidi attivi 6-tioguanina. È stato riportato che sullo sviluppo di una grave mielosoppressione sullo sfondo dell'uso concomitante del profarmaco 6-mercaptopurina e ribavirina in relazione a questo uso simultaneo di ribavirina e 6-mercaptopurina non è raccomandato.

farmaci mielosoppressivi

Dovrebbe essere usato con cautela combinazione di 6-mercaptopurina con altri farmaci mielosupressivnyh sui risultati del monitoraggio ematologico, decidono se è consigliabile ridurre la dose del farmaco.

Allopurinolo / ossipurinolo / tiopurinolo e altri inibitori della xantina ossidasi

L'allopurinolo, l'oxurinolo e il tiopurinolo bloccano l'attività della xantina ossidasi, che porta all'inibizione della conversione dell'acido 6-tioinosinico biologicamente attivo in acido 6-tiosocianico biologicamente inattivo. Se usato simultaneamente con allopurinolo, oxypurinol e tiopurinolo, la dose di 6-mercaptopurina deve essere ridotta di 4 volte rispetto alla dose abituale.

Altri inibitori della xantina ossidasi, ad esempio, fequusostat, possono ritardare il metabolismo della 6-mercaptopurina. L'uso simultaneo di questi farmaci non è raccomandato, poiché non ci sono dati sufficienti per stabilire un regime di riduzione della dose adeguato per 6-mercaptopurina.

aminosalicylate

Ottenuto dati in vitro e in vivo che dimostrano che i derivati ​​di aminosalicilato (ad es. Olsalazina, mesalazina o sulfasalazina) inibiscono l'enzima TPMT, quindi, quando combinato con derivati ​​dell'aminoalicilato, è consigliabile prendere in considerazione la riduzione della dose di 6-mercaptopurina.

metotressato

Il metotrexato alla dose di 20 mg / m2 ha portato a un aumento dell'AUC di 6-mercaptopurina di circa il 31%, mentre le dosi di 2 o 5 g / 2 di AUC 6-mercaptopurina per via endovenosa sono aumentate del 69% e del 93%, rispettivamente. Detto questo, se la 6-mercaptopurina viene somministrata contemporaneamente ad alte dosi di metotrexato, la dose del farmaco deve essere aggiustata per mantenere un conteggio normale dei globuli bianchi.

infliximab

Sono state osservate reazioni di interazione tra azatioprina (profarmaco 6-mercaptopurina) e infliximab. Nei pazienti che hanno continuato a ricevere azatioprina, sono stati osservati aumenti transitori di 6-THN (nucleotide 6-tioguanina, il metabolita attivo dell'azatioprina) e una diminuzione della conta dei leucociti media durante le prime settimane dopo l'infusione di infliximab. Questi indicatori sono tornati alla normalità dopo 3 mesi.

Purinetho ComprareEffetto di 6-mercaptopurina su altri farmaci

È stata riportata oppressione dell'effetto anticoagulante di warfarin e acenocumarolo con l'uso simultaneo di 6-mercaptopurina, che può richiedere dosi più elevate di anticoagulante. Si raccomanda di monitorare attentamente i campioni di coagulazione con l'uso simultaneo di anticoagulanti e 6-mercaptopurina.

caratteristiche dell'applicazione

6-mercaptopurina è un farmaco citotossico attivo, quindi può essere utilizzato solo sotto la supervisione di un medico esperto nel prescrivere tali farmaci.

Quando immunizzati con vaccini vivi, i pazienti con immunodeficienza possono sviluppare un'infezione. Detto questo, l'immunizzazione con vaccini vivi a pazienti con ALL o AML non è raccomandata. In ogni caso, i pazienti nella fase di remissione per somministrare vaccini vivi sono consentiti non prima di 3 mesi dopo il completamento della chemioterapia.

Non è raccomandato l'uso simultaneo di ribavirina e 6-mercaptopurina. La ribavirina può ridurre l'efficacia e aumentare gli effetti tossici della 6-mercaptopurina.

monitoraggio di

Poiché la 6-mercaptopurina ha un forte effetto mielosoppressivo, un esame del sangue approfondito deve essere eseguito giornalmente durante l'induzione della remissione. Durante l'intero corso del trattamento, è necessario monitorare attentamente il paziente.

Il trattamento con 6-mercaptopurina causa la soppressione del midollo osseo e porta a leucopenia, trombocitopenia e meno spesso ad anemia. Durante l'induzione della remissione, è necessario eseguire un esame del sangue dettagliato ogni giorno. Durante la terapia di mantenimento, gli indici ematologici, comprese le piastrine, devono essere monitorati settimanalmente o più spesso se si utilizzano dosi elevate o se sono presenti gravi malattie renali e / o epatiche.

Quando si cambiano le forme di dosaggio del farmaco, si raccomanda il controllo ematologico del paziente.

Il numero di leucociti e piastrine continua a diminuire dopo la cessazione del trattamento, pertanto, ai primissimi segni di eccessiva riduzione del numero di globuli bianchi o piastrine, il trattamento deve essere interrotto immediatamente.

Con la tempestiva abolizione dell'oppressione della 6-mercaptopurina del midollo osseo è reversibile.

Durante l'induzione della remissione con leucemia mieloide acuta, deve essere fornita un'appropriata terapia di supporto per il periodo di possibile sviluppo dell'aplasia correlata al midollo osseo associata al trattamento.

6-mercaptopurina è epatotossica, pertanto è necessario monitorare gli indici di funzionalità epatica ogni settimana. Nei pazienti con malattie epatiche esistenti o pazienti che ricevono altri farmaci potenzialmente epatotossici, si raccomanda di eseguire questo controllo più spesso. I pazienti devono essere avvisati di annullare immediatamente la 6-mercaptopurina in caso di ittero.

Durante l'induzione della remissione, quando c'è una lisi rapida delle cellule, è necessario controllare il livello di acido urico nel sangue e nelle urine, poiché c'è il pericolo di sviluppare iperuricemia e / o iperuricosuria con il rischio di sviluppare urine nefropatia.

Alcune persone hanno una deficienza congenita dell'enzima tiopurin metiltransferasi (TPMT). Questi pazienti possono manifestarsi estremamente sensibili agli effetti mielosoppressivi della 6-mercaptopurina, il che si traduce in uno sviluppo molto rapido della soppressione del midollo osseo dopo l'inizio del trattamento con 6-mercaptopurina. Questo problema può essere ulteriormente complicato dalla somministrazione contemporanea di farmaci che sopprimono la tiopurina metiltransferasi, come l'olsalazina, la mesalazina o la sulfasalazina. Inoltre, è stata riportata una possibile associazione tra diminuita attività di TMP e sviluppo di leucemia secondaria e mielodisplasia in pazienti trattati con 6-mercaptopurina in combinazione con altri farmaci citotossici. In alcuni laboratori, viene eseguita un'analisi per identificare un deficit di TPMT, sebbene tali test non mostrassero sempre tutti i pazienti che erano a rischio di gravi trattamenti tossici. Detto questo, è necessario monitorare attentamente gli indici ematologici.

Esiste una resistenza crociata tra 6-mercaptopurina e 6-tioguanina.

Potrebbe essere necessario ridurre la dose di 6-mercaptopurina con la somministrazione contemporanea di farmaci in cui la tossicità primaria o secondaria si manifesta sotto forma di mielosoppressione.

ipersensibilità

I pazienti che sono sospettati di sviluppare reazioni di ipersensibilità alla 6-mercaptopurina in passato non sono consigliati di usare il suo precursore, azatioprina, a meno che i test allergici nel paziente abbiano confermato la sensibilità alla 6-mercaptopurina, ma abbiano un effetto negativo sull'azatioprina. Poiché l'azatioprina è un profarmaco di 6-mercaptopurina, i pazienti con una storia di ipersensibilità all'azatioprina devono essere testati per la sensibilità a 6-mercaptopurina prima del trattamento.

Funzionalità epatica e / o renale compromessa

Quando si prescrive la 6-mercaptopurina, i pazienti con funzionalità renale e / o epatica compromessa devono essere cauti. Si raccomanda di prescrivere dosi ridotte di 6-mercaptopurina a tali pazienti e di monitorare attentamente la risposta ematologica.

Mutagenicità e cancerogenicità

Vi è stato un aumento del numero di aberrazioni cromosomiche nei linfociti periferici in pazienti con leucemia, in un paziente con iper-nefroma che ha ricevuto una dose non identificata di 6-mercaptopurina e in pazienti con malattia renale cronica che hanno ricevuto dosi di 0,4-1,0 mg / kg di peso corporeo al giorno.

Sono stati registrati due casi di sviluppo di leucemia acuta non linfocitica in pazienti che hanno ricevuto 6-mercaptopurina in combinazione con altri farmaci per malattie non maligne. Un caso è stato descritto quando il paziente ha ricevuto 6-mercaptopurina per il trattamento della pioderma gangrenosa e successivamente ha sviluppato la leucemia acuta non-linfocitica, ma non è chiaro se ciò sia dovuto al decorso naturale della malattia o il motivo di questo è stato l'uso di 6-mercaptopurina.

In un paziente con la malattia di Hodgkin, sullo sfondo del trattamento con 6-mercaptopurina e molti altri citostatici, si è sviluppata la leucemia mieloide acuta.

12,5 anni dopo il trattamento con 6-mercaptopurina miastenia grave, il paziente ha sviluppato la leucemia mieloide cronica.

Ha ricevuto una relazione sullo sviluppo del linfoma a cellule T epatico-splenico in pazienti con IBD che hanno ricevuto 6-mercaptopurina in combinazione con farmaci anti-TNF.

infezione

Nei pazienti trattati con 6-mercaptopurina da sola o in combinazione con altri farmaci immunosoppressori, compresi i corticosteroidi, hanno notato una maggiore sensibilità alle infezioni virali, fungine e batteriche, incluse infezioni gravi o atipiche, nonché la riattivazione delle infezioni virali. Il decorso dell'infezione e le complicanze in questi pazienti possono essere più gravi di quelli che non hanno ricevuto il trattamento.

Prima di iniziare il trattamento, prendere in considerazione la nomina di test sierologici per il virus varicella-zoster e l'epatite B. Se i test sierologici sono positivi, devono essere seguite le raccomandazioni locali, incluso il trattamento preventivo. Se il paziente sviluppa un'infezione durante il trattamento, devono essere prese misure appropriate che possono includere la terapia antivirale e il trattamento di mantenimento.

Sindrome di Lesha-Nihan

Alcune evidenze suggeriscono che né la 6-mercaptopurina né il suo precursore, l'azatioprina, sono efficaci nei pazienti con deficit di ipoxantina-guanina fosforibosiltransferasi (sindrome di Lesch-Nichan).Tali pazienti non sono raccomandati di usare 6-mercaptopurina o azatioprina.

irradiazione ultravioletta

I pazienti trattati con 6-mercaptopurina sono più sensibili al sole. Limitare l'esposizione alla luce solare e alle radiazioni ultraviolette, si consiglia ai pazienti di indossare indumenti protettivi e utilizzare cosmetici con un elevato fattore di protezione UV.

eccipienti

La composizione del farmaco include lattosio, pertanto i pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, deficit di lattasi o malassorbimento dell'uso di glucosio-galattosio del farmaco non sono indicati.

Utilizzare durante la gravidanza o l'allattamento.

funzione riproduttiva

Uno studio su 6-mercaptopurina negli animali indica una tossicità riproduttiva del farmaco. Il potenziale rischio per una persona non è completamente compreso.

L'effetto della terapia con 6-mercaptopurina sulla fertilità umana è sconosciuto.

Rapporti ricevuti sulla nascita di bambini sani da genitori / madri che sono stati trattati durante l'infanzia o l'adolescenza.

Sono stati riportati casi di oligospermia transitoria dopo trattamento con 6-mercaptopurina.

gravidanza

È stato dimostrato un importante trasferimento di 6-mercaptopurina e dei suoi metaboliti dalla gravidanza al feto attraverso la placenta e il liquido amniotico.

Se possibile, evitare l'uso di 6-mercaptopurina durante la gravidanza, specialmente nel primo trimestre. In ciascun caso specifico, il potenziale rischio per il feto e il beneficio atteso per la donna incinta devono essere pesati.

Come con altri tipi di chemioterapia citotossica, se uno dei partner riceve compresse di 6-mercaptopurina, i pazienti devono essere avvisati di applicare metodi contraccettivi adeguati durante il periodo di trattamento e almeno tre mesi dopo l'ultima dose.

Esposizione nella madre

Dopo il trattamento con 6-mercaptopurina sotto forma di chemioterapia monocomponente, i bambini sani sono nati nelle donne, specialmente quando il trattamento è stato eseguito per la fecondazione o dopo il primo trimestre.

Sono descritti casi di aborti spontanei e parti prematuri nelle donne che hanno ricevuto il farmaco. Dopo l'uso di 6-mercaptopurina in combinazione con altri farmaci chemioterapici, le donne incinte sono state informate della nascita di bambini con più malformazioni congenite.

Esposizione nel padre

Casi segnalati di aborti spontanei e malformazioni congenite nei bambini dopo l'esposizione al padre di 6-mercaptopurina.

lattazione

La 6-mercaptopurina è stata indicata nel latte materno dei pazienti dopo trapianto di rene sottoposti a terapia immunosoppressiva con azatioprina (profarmaco 6-mercaptopurina). Pertanto, le donne che ricevono 6-mercaptopurina non devono allattare al seno.

La capacità di influenzare la velocità di reazione durante la guida di veicoli o altri meccanismi.

Non c'è evidenza dell'effetto di 6-mercaptopurina sulla capacità di guidare veicoli e di lavorare con altri meccanismi. Sulla base delle proprietà farmacologiche del farmaco, non dovrebbe essere possibile influenzare la velocità delle reazioni psicomotorie di questo farmaco.

Dosaggio e somministrazione 
6-mercaptopurina viene somministrata almeno 1:00 prima o 3:00 dopo l'ingestione di cibo o latte.

Per gli adulti e i bambini, la dose abituale è di 2,5 mg / kg di peso corporeo al giorno o di 50-75 mg / m2 di superficie corporea al giorno, ma la dose e la durata del trattamento dipendono dal tipo e dalla dose di altri farmaci citotossici usati insieme con 6 - mercaptopurina.

Le dosi dovrebbero essere selezionate in base alle caratteristiche individuali del paziente.

La 6-mercaptopurina è stata utilizzata in vari schemi di trattamento combinato della leucemia acuta.

Uno studio condotto su bambini affetti da leucemia linfoblastica acuta indica che la nomina di 6-mercaptopurina alla sera riduce il rischio di recidiva della malattia rispetto al mattino.

I bambini in sovrappeso possono richiedere una dose del limite superiore dell'intervallo di dosaggio e pertanto si raccomanda di monitorare attentamente la risposta terapeutica al trattamento in tali pazienti.

Pazienti anziani

Nei pazienti anziani, si raccomanda di monitorare la funzionalità renale ed epatica e, quando vengono interrotti, la dose di 6-mercaptopurina deve essere ridotta.

Funzionalità renale compromessa

Si raccomanda di somministrare dosi ridotte di 6-mercaptopurina in caso di funzionalità renale compromessa.

Disfunzione epatica

Si raccomanda di prescrivere dosi ridotte di 6-mercaptopurina per le violazioni della funzionalità epatica.

Interazioni con farmaci

Se usato contemporaneamente agli inibitori della xantina ossidasi, ad esempio con allopurinolo, la dose di 6-mercaptopurina deve essere ridotta di 4 volte, poiché l'allopurinolo riduce il tasso di catabolismo della 6-mercaptopurina.

leukemia ITALIAPazienti con carenza di TMP

Nei pazienti con ridotta o nulla attività ereditaria di S-metiltransferasi (TPMT), vi è un aumentato rischio di sviluppare gravi effetti tossici del trattamento con 6-mercaptopurina se usato in dosi normali, che di solito richiedono una riduzione significativa della dose del farmaco. La dose iniziale ottimale per pazienti omozigoti con una carenza di questo enzima non è stata stabilita.

La maggior parte dei pazienti eterozigoti con deficit di TMP può tollerare le dosi raccomandate di 6-mercaptopurina, ma alcuni pazienti devono talvolta ridurre le dosi. Nella pratica clinica, test disponibili per genotipizzazione e fenotipizzazione TPMT.

Bambini.

Il farmaco è usato nella pratica pediatrica.

Overdose

Sintomi e segni

I sintomi gastrointestinali, tra cui nausea, vomito, diarrea e anoressia, possono essere i primi segni di overdose. Il principale effetto tossico è l'effetto sul midollo osseo, che porta alla mielosoppressione. La tossicità ematologica è più pronunciata nel sovradosaggio cronico rispetto a una singola dose di una grande dose del farmaco. Inoltre, ci sono violazioni del fegato e del tratto gastrointestinale.

Il rischio di sovradosaggio aumenta se l'allopurinolo viene usato insieme a 6-mercaptopurina.

trattamento

Poiché l'antidoto per il farmaco non è noto, i parametri del sangue devono essere attentamente monitorati e deve essere eseguita un'appropriata terapia di mantenimento, se necessario, trasfusione di sangue.Metodi attivi (come l'uso di carbone attivo) in caso di sovradosaggio di 6-mercaptopurina possono essere efficaci solo entro 60 minuti dall'assunzione del farmaco.

L'ulteriore trattamento dei casi di sovradosaggio deve essere basato su indicazioni cliniche o raccomandazioni del Centro tossicologico di Stato (se disponibile).

Composizione

principio attivo: 6 mercaptopurina;

1 compressa contiene 6-mercaptopurina 50 mg

Eccipienti: lattosio, amido di mais, amido ossidato, magnesio stearato, acido stearico.

Forma di dosaggio

Pillole.

Proprietà fisiche e chimiche di base: compresse rotonde, biconvesse di colore giallo pallido, su un lato con una tacca e un'incisione "GX" sopra di esso e "EX2" sotto di esso, d'altra parte sono lisce.

Gruppo farmacologico

Agenti antineoplastici. Antimetaboliti. Analoghi strutturali di purine. Codice ATX L01B B02. 

Condizioni di archiviazione

Conservare nella confezione originale a una temperatura non superiore a 25 ° C in un luogo inaccessibile ai bambini.

Confezione

Per 30,60,90 compresse in una fiala.

Data di scadenza

5 anni.